Musicoterapia PDF Stampa E-mail

MUSICOTERAPIA

 

Da sempre l'uomo ha sviluppato una grande sensibilità verso i suoni e da sempre ne subisce la potente influenza. La musicoterapia è una disciplina che si avvale dunque del suono per creare un canale di comunicazione alternativo a quello verbale. La musica infatti ha una grande forza comunicativa che rispetto alla parola ha il vantaggio di essere più semplice, più diretta e di più immediata comprensione in quanto più istintiva.

La musicoterapia si pone dunque i seguenti obiettivi:
- sviluppare una maggiore conoscenza del proprio mondo interiore;
- Imparare a gestire le proprie ansie e le proprie paure;
- Stimolare le diverse sensorialità ;
- Stimolare la capacità di concentrazione, di percezione e di attenzione;
- Sviluppare una migliore capacità comunicativa con il mondo esterno.

Il linguaggio che si instaura tra musicoterapeuta e paziente è fatto unicamente di suoni: ovvero un dialogo composto di domande e risposte create solamente tramite suoni.
In questo contesto il compito del musicoterapeuta non è solo quello di indurre uno sfogo nel paziente, ma anche contenerlo e di indirizzarlo, rimandando a sua volta segnali di comprensione e aiuto. Aiuta quindi a riconoscere le proprie emozioni, ad accettarle e saperle gestire nel modo adeguato.

Con bambini particolarmente timidi fino a bambini affetti da handicap, per esempio autististici o audiolesi la musica può costituire un ottimo tramite attraverso il quale il terapeuta pone una domanda in attesa di risposta.

I percorsi di musicoterapia sono indicati sia per i bambini (fino ai 4 anni necessitano di accompagnamento) che per gli adulti. Gli incontri sono individuali (o in coppia) e giorno/orario degli incontri vengono concordati direttamente con il musicoterapeuta.

Gli incontri sono tenuti dal Dottor Matteo Pauri, che è anche insegnante di Musicoterapia presso il Centro di ricerca musicoterapica ArpaMagica di Milano.

Ha collaborato con il Maestro Bianchi, pioniere della Musicoterapia in Italia, operando nell’ambito dell'animazione musicale e della Musicoterapia preventiva presso il CEMB di Milano. Da oltre 10 anni promuove laboratori di Musicoterapia preventiva presso asili nido, scuole materne e elementari nella provincia di Milano come musicoterapeuta.

Si è perfezionato nel corso degli anni nella ricerca di metodologie e strategie operative finalizzate alla cura dei pazienti con disagi psicofisici in età infantile. Sul piano della ricerca, è fautore di un approccio fenomenologico-esperienziale intorno ai concetti dell'identità sonora, della musicalità come risorsa creativa dell’individuo e dell’empatia come modalità privilegiata nella relazione sonora.